A MANOPPELLO LA PANDEMIA NON FERMA I SOGNI DEI BAMBINI: LETTERINE AFFIDATE AL WEB E APPUNTAMENTO IN VIDEOCHIAMATA CON BABBO NATALE

0 Condivisioni

MANOPPELLO – La letterina affidata al web e letta, o sintetizzata, direttamente da ciascun bambino a Babbo Natale. In epoca di pandemia, durante le festività natalizie, anche le attività per i più piccoli pensate dal Comune di Manoppello si affidano alla rete.

“Non potendo promuovere incontri ed eventi in presenza per il Natale ormai alle porte – ha spiegato l’assessore ai Servizi Sociali Giulia De Lellis – l’Amministrazione ha comunque deciso di restare vicina ai bimbi di Manoppello, organizzando, grazie al coinvolgimento di mamme e papà che hanno raccolto con entusiasmo il nostro invito, un grande evento online rivolto a 500 bambini dai 3 ai 10 anni. Nei giorni che precedono il Natale, divisi in piccoli gruppi, i bimbi potranno parlare con Babbo Natale ciascuno connesso dalla propria casa”. Santa Claus, dunque, si collegherà dalla sua baita con i bimbi di Manoppello che ne faranno richiesta e che potranno incontrarlo collegandosi al link che verrà inviato alle famiglie. Non mancheranno caminetto, albero di Natale, tanti pacchi regalo e la tradizionale poltrona su cui Babbo Natale sarà seduto per incontrare i bambini di Manoppello che potranno esprimere i propri desideri in diretta streaming e chiedere a Babbo Natale ciò che avrebbero voluto chiedergli dal vivo. Le iscrizioni all’iniziativa, rivolta ai bambini dai 3 ai 10 anni, totalmente gratuita, dovranno essere effettuate entro il giorno venerdì 11 dicembre comunicando la propria adesione ai rappresentanti di classe, adeguatamente informati sul progetto.

“Per i bambini il Natale è la festa più bella del mondo e noi adulti, in questo momento difficile, dovremo impegnarci ancora di più per mantenerne viva la magia. Proviamo a farlo a Manoppello anche con iniziative come queste, ben consci della responsabilità grande che abbiamo nei confronti dei bambini che, insieme agli anziani e alle persone sole, sono ritenuti dalla comunità scientifica tra le persone più a rischio di conseguenze psicologiche a causa della pandemia. Senza sfarzo né esagerazioni, ma puntando a piccole azioni diffuse – hanno spiegato il sindaco Giorgio De Luca e l’assessore ai Sevizi Sociali Giulia De Lellis – l’Amministrazione comunale ha deciso di non rinunciare, nonostante tutto, all’atmosfera di una città viva e vivace, oltre che ai desideri e ai sogni dei bambini, guardando avanti, alle speranze di un 2021 che auspichiamo positivo e sereno per tutti”.