F1: SILVERSTONE A SINGOLAR TENZONE

0 Condivisioni

La rossa dà spettacolo a Siverstone con uno straordinario Leclerc giunto 2° dietro ad Hamilton

AVEZZANO – Un ritorno “Rosso” al gp di Silverstone con uno strepitoso Leclerc partito in 4^ posizione e tenendo la leadership della corsa fino a due giri dalla fine. Un vero miracolo Ferrari che comincia a mettere il fiato sul collo ai primi della classe su un circuito che non favoriva affatto le caratteristiche della Rossa. A punti anche l’altro ferrarista Sainz che termina in 6^ posizione dopo un problema ai box.

Vediamo l’accaduto.

Dopo l’inaugurazione della gara Sprint effettuata il sabato per l’attribuzione della Pole Position, partono i due big (Verstappen ed Hamilton) ed è subito duello a singolar tenzone tra Red Bull e Mercedes. Hamilton incalza subito l’olandese tentando l’impossibile per superarlo. Verstappen rintuzza ogni tentativo dell’inglese fino a quando, al 2° giro, Hamilton tenta la staccata all’interno di curva 1 ma finisce per speronare l’olandese sulla posteriore destra. Verstappen perde il controllo ed esce rovinosamente di pista a circa 280 km/h, fermandosi contro le barriere. L’impatto è violentissimo e la sua vettura va in pezzi riportando gravi danni sulla struttura. Si teme il peggio poiché il pilota tarda ad uscire dalla vettura senza dare, inizialmente, alcuna indicazione. Arrivano i soccorsi e finalmente il pilota si muove ma quando esce dall’abitacolo è visibilmente confuso e barcollante: l’impatto è stato incredibile e l’olandese viene trasferito in ospedale per accertamenti.

La gara viene sospesa per l’incidente e ripartirà alcuni minuti dopo per consentire la rimozione della Red Bull. A causa dell’incidente, Leclerc passa in testa, ripartendo in testa anche al secondo start bruciando letteralmente la Mercedes di Hamilton. Conquistata la testa della corsa la Ferrari n° 16 sembra inarrestabile. Leclerc guida ad un ritmo indiavolato inanellando giri veloci in successione tenendo a debita distanza Hamilton che cerca di riavvicinarlo ma senza successo poiché la sua monoposto risulta meno performante con gomma gialla, rispetto alla Ferrari.

Dopo circa 20 giri inizia la danza dei Pit-stop ma la situazione non cambia. Nel frattempo arriva anche Sainz, con l’altra Ferrari, che conquista una ottima seconda posizione; purtroppo per lui perde la posizione a causa di un problema ai box con notevole perdita di secondi che gli costerà alcune posizioni alla fine.

Leclerc continua la sua corsa in maniera a dir poco straordinaria facendo volare la sua Ferrari su una pista che non aveva nulla di favorevole per la Rossa.

Dopo il pit-stop Hamilton gioca tutte le sue carte per prendere la Ferrari. Dopo il cambio gomme infatti la Rossa risulta meno performante con gomma bianca e ciò agevola la Mercedes che parte subito alla caccia del Cavallino. Hamilton, visto il miglior ritmo con gomma bianca, tenta l’assalto al ferrarista a due giri dal termine ma Leclerc, pur avendo un ritmo leggermente inferiore, non si fa intimidire tirando fuori l’inverosimile dalla sua Ferrari riuscendo a tenere dietro Hamilton che lo incalza come un felino.

All’inserimento della Cops purtroppo, Leclerc, trovandosi all’esterno della curva, perde improvvisamente la traiettoria sull’avantreno lasciando la testa della gara ad Hamilton che taglia il traguardo da vincitore. Una importante vittoria per lui che lo avvicina al leader del mondiale Verstappen rimasto all’asciutto per l’incidente iniziale.

Leclerc chiude in 2^ posizione dopo aver dimostrato i numerosi progressi fatti dalla Ferrari negli ultimi tempi. Gran lavoro dei tecnici di Maranello e dei piloti che stanno dando il massimo per riportare la scuderia del Cavallino agli antichi fasti.

La prossima gara sarà in Ungheria il 1 Agosto sul circuito dell’Hungaroring: una pista più favorevole alle caratteristiche della Ferrari che potrà dire la sua anche stavolta.

Tutti in Ungheria Domenica alle ore 15,00.

Restate sintonizzati.