MONTE VELINO: ANCORA SENZA ESITO LE RICERCHE DEI QUATTRO ESCURSIONISTI

36 Condivisioni

di Maria Paola Zaurrini

AVEZZANO – Sono ore di angoscia quelle che da ieri vedono coinvolte la popolazione marsicana e i soccorritori per la scomparsa degli avezzanesi Tonino Durante 60anni, GianMauro Frabotta 33, Gianmarco Degni 26 e Valeria Mella 25.

I quattro, ieri mattina, erano usciti per escursione sul Monte Velino ed avrebbero dovuto fare rientro a casa per ora di pranzo, ma di loro si sono perse le tracce. A lanciare l’allarme è stato il padre di uno dei ragazzi che non riusciva più ad avere contatti telefonici con il figlio.

Durante la notte le ricerche sono state sospese a causa del forte vento e sono ripartite alle prime luci di questa mattina. Sarebbero stati perlustrati due rifugi che non hanno dato segni del passaggio dei quattro. Da informazioni sembrerebbe che le loro impronte si siano fermate nei pressi di una slavina. La neve fresca sta rendendo tutto più difficile per il fatto che le orme sono state coperte. Le speranze di poter rintracciare gli escursionisti si stanno riponendo nell’utilizzo degli elicotteri dell’Aeronautica Militare e della Guardia di Finanza, che permetterebbero la geolocalizzazione dei telefoni cellulari anche se spenti.

Le forze in campo per la macchina dei soccorsi è formata, inoltre, da Vigili del Fuoco, Carabinieri e Carabinieri forestali, Polizia di Stato e Protezione Civile. I comuni di Massa D’Albe e Magliano dei Marsi hanno messo a disposizione per le squadre di ricerca, famiglie e amici delle persone scomparse, tutte le strutture comunali come riparo dal freddo.

Nella tarda serata di ieri era circolata la fake news che i quattro fossero stati ritrovati.