CENTRO SPORTIVO “SAN MARTINO” DI CHIETI, STELLA (M5S): 130 MILA PER RESTITUIRE LA STRUTTURA AI CITTADINI

1 Condivisioni

CHIETI – Si sono conclusi il 29 Dicembre scorso, a tarda notte, i lavori della Sessione di Bilancio 2020 in Consiglio regionale, con l’approvazione dei progetti di Legge n. 167/2020 e n. 168/2020. Interviene a riguardo la consigliera del M5S Barbara Stella, “diversi gli emendamenti apportati dal M5S diretti alla tutela del territorio e della salute, all’economia, al lavoro e al sociale, per cercare di migliorare una manovra finanziaria piena di tagli e per la quale abbiamo espresso voto contrario”.
E prosegue, “è stato accolto il mio emendamento che prevede uno stanziamento di 130 mila euro in favore del comune di Chieti per il recupero e la ristrutturazione dell’impianto sportivo in località San Martino. Parliamo di un impianto in una condizione critica da molti anni che è stato in passato anche oggetto di abbandono incontrollato di rifiuti e che si trova in un’area periferica della città”.
Continua la pentastellata, “inoltre questa era una delle tante situazioni di degrado che il nostro Luca Amicone aveva denunciato durante la campagna elettorale per le elezioni amministrative di Chieti. Ho vissuto per 40 anni a Chieti Scalo e conosco bene i problemi di mancata manutenzione o nei casi peggiori di totale incuria delle strutture sportive di quartiere che al contrario dovrebbero essere un punto di riferimento per le attività sportivo-ricreative di una comunità. In un periodo difficile come questo in cui a causa del Covid ogni attività sportiva al chiuso rappresenta un rischio, è importante recuperare gli impianti sportivi all’aperto per restituirli alla comunità cittadina”.
Conclude la consigliera regionale del M5S Barbara Stella, “con questo stanziamento il comune di Chieti potrà rinnovare questa struttura e restituirla finalmente ai cittadini, rendendola il centro sportivo di riferimento dell’area e di fatto contrastando anche il degrado urbano, maggiormente presente proprio nelle aree periferiche della città”.