OPERATRICE SANITARIA DIVENTA PERSONAGGIO PRESEPE, STATUINA CONSEGNATA A MONSIGNOR FORTE

2 Condivisioni

A Chieti l’iniziativa di Confartigianato, Coldiretti e Symbola

CHIETI – Una statuina che rappresenta un’operatrice sanitaria, per rendere omaggio, attraverso l’arte e il valore artigiano di eccellenza, al mestiere dell’anno di questo 2020 dominato dalla pandemia. La realizzazione è stata consegnata stamani all’arcivescovo metropolita di Chieti-Vasto, monsignor Bruno Forte, dal presidente di Confartigianato Chieti L’Aquila, Francesco Angelozzi, dal direttore generale dell’associazione, Daniele Giangiulli, dal direttore della Fondazione Symbola, Domenico Sturabotti, e dal segretario di zona di Coldiretti, Sonia Serra.

L’iniziativa “Il futuro del presepe: comunità e nuovi mestieri” vuole essere un inno alla vita: quella delle persone guarite, salvate dall’abnegazione e dalla dedizione di tutti gli operatori sanitari.

Si tratta di un’idea pluriennale, tesa a valorizzare la tradizione del presepe, promossa proprio da Confartigianato, Coldiretti e Fondazione Symbola che, con le rappresentanze d’impresa, hanno sottoscritto il Manifesto di Assisi. La statuina 2020 è stata realizzata in esclusiva per l’occasione dalla prestigiosa bottega d’arte presepiale napoletana, La Scarabattola dei Fratelli Scuotto. Iniziative simboliche analoghe si sono svolte in tutte le province, con la consegna delle statuine ai vescovi.